titolo
 

Mifid II

Di seguito le informazioni utili

La MiFID (Market in Financial Instruments Directive) è la nuova normativa comunitaria che disciplina i servizi di investimento prestati dagli intermediari ai clienti, i mercati regolamentati e le diverse sedi di negoziazione degli strumenti finanziari.

La direttiva MiFID si pone come principali obiettivi:

  • il rafforzamento del sistema di tutela degli investitori;
  • una armonizzazione legislativa in tutta la comunità europea circa le modalità di prestazione dei servizi di investimento;
  • l'innalzamento del livello di concorrenza tra gli operatori e le diverse sedi di negoziazione.

Le novità rispetto al passato sono numerose e interessano:

  • la clientela (nuovo sistema di classificazione, valutazioni di adeguatezza e appropriatezza, execution only, consulenza in materia di investimenti ora classificata come servizio di investimento);
  • gli intermediari (requisiti organizzativi, conflitti di interesse, incentivi);
  • i mercati finanziari e le diverse sedi di esecuzione degli ordini abolizione dell’obbligo di concentrazione degli scambi sui mercati regolamentati, introduzione di sistemi multilaterali di negoziazione e degli internalizzatori sistematici/non sistematici).

DOCUMENTI INFORMATIVI

TRASPARENZA POST NEGOZIAZIONE

Ai sensi degli artt.29 e 34 del regolamento adottato dalla Consob con Delibera n.16191/2007, pubblica nel collegamento che segue, le informazioni di trasparenza post-negoziazione relative alle operazioni su strumenti finanziari ammessi a negoziazione nei mercati regolamentati europei e concluse al di fuori di un mercato regolamentato e di un MTF (c.d. O.T.C. - over the counter).

REPORT SULLA QUALITA' DELL'ESECUZIONE DELLE TRANSAZIONI FINANZIARIE.

Ai sensi del Regolamento Delegato (UE) 575/2017, le sedi d’esecuzione sono tenute a pubblicare trimestralmente sul proprio sito internet, al più tardi entro tre mesi dalla fine di ogni trimestre, le informazioni relative alla qualità dell’esecuzione delle transazioni (quali prezzo, costi, velocità e probabilità di esecuzione) per ciascuno strumento finanziario, secondo lo schema allegato